Configurare l’app Safire Connect

Safire Connect è la nuova applicazione pensata appositamente per i prodotti del brand Safire per gestire in tutta comodità il o i sistemi di videosorveglianza in tuo possesso. Con questa guida vedremo passo dopo passo come eseguire una configurazione corretta.

Installazione

  1. Vai sul PlayStore o AppleStore e scarica l’applicazione Safire Connect.
  2. Una volta installata esegui l’app: la prima volta ti chiederà di inserire la tua Nazione di appartenenza
  3. A questo punto si aprirà la Home Page.

Registrazione e accesso al cloud (facoltativo)

I servizi in cloud offerti dalla piattaforma ti permettono di gestire tutti i tuoi dispositivi in maniera comoda e veloce. Tuttavia dovrai registrarti utilizzando i tuoi dati personali (indirizzo email o numero di telefono). Se lo desideri puoi saltare questo passaggio e procedere a quello successivo ma in tal caso, in caso di ripristino del telefono o passaggio ad un nuovo modello, potresti dover ripetere questi passaggi di nuovo.

  1. Premi su Accedi.
  2. Se hai già un account inserisci i dati, in alternativa procedi su Registrazione account.
  3. Nella schermata successiva puoi selezionare la modalità di registrazione, ti consiglio di utilizzare Registrazione tramite email, successivamente conferma il paese.
  1. Quindi inserisci la tua email o numero (in base alla registrazione che hai scelto in precedenza) e premi su Avanti.
  2. Ti arriverà un email o un sms con il codice di verifica, inseriscilo nel campo dedicato e completa con Avanti.
  1. Vai sul videoregistratore e segui le voci Menù > Configurazione > Rete > Accesso Piattaforma
  2. A questo punto devi abilitare il servizio Safire EasyConnect e per farlo è sufficiente aggiungere la spunta vicino a Abilita
  3. Si aprirà una nuova finestra e vicino alla voce Codice di verifica immetti un codice qualsiasi creato da te, es: “123456”
  4. Aggiungi la spunta per accettare i termini del servizio e successivamente conferma il tutto cliccando su OK
  5. Tornando sull’applicazione, in alto a destra premi il simbolo “+” e seleziona la voce Scansiona QR Code
  6. Una volta scansionato inserisci il codice di verifica che hai creato in precedenza
  7. Nella finestra che vedi clicca sull’etichetta appena apparsa e successivamente su Live.

Aggiunta manuale dei dispositivi

Se non intendi usufruire del servizio in cloud puoi comunque registrare manualmente i tuoi dispositivi, conoscendone i parametri di rete impostati. Tuttavia questa modalità è per un utenti esperti in quanto sono richieste alcune conoscenze più tecniche.

  1. Sull’applicazione in alto a destra premi il simbolo “+” e seleziona la voce Aggiunta manuale.
  2. Come Modo Registrazione seleziona la voce IP/Domain.
  3. Nel campo Nickname inserisci una descrizione, tipo ad esempio “Abitazione” oppure “Ditta”.
  4. Nel campo Indirizzi inserisci l’indirizzo IP assegnato al videoregistratore dal servizio DHCP del tuo router oppure quello statico impostato manualmente nel dispositivo.
  5. Nel campo Porta inserisci il numero di porta TCP di comunicazione usato dal dispositivo, di default è la 8000.
  6. Inserisci le tue credenziali di accesso nei campi Nome utente e Password.
  7. Conferma il tutto premendo il pulsante in alto a destra, quello a forma di floppy disk.

Tieni presente che per poter accedere da remoto al dispositivo sarà necessario operare sulle impostazioni del router per aprire determinate porte e configurare correttamente le regole del firewall e del NAT, oltre a conoscere il proprio IP pubblico.

Normalmente è sufficiente impostare il NAT per le seguenti porte:

  • TCP 8000 (servizio SDK Safire)
  • TCP/UDP 554 (servizio RTSP per lo streaming video e audio)
  • TCP 80 (servizio web HTTP, opzionale)
  • TCP 443 (servizio web HTTPS, opzionale).

Le nostre serrature nella Base NATO di Comiso, Sicilia

Estratto dal documentario CLAUSTROFOBIA, VISITIAMO I BUNKER – 2 – BASE NATO COMISO – URBEX – SICILIA ABBANDONATA

Nel 1988 i nostri tecnici si recarono presso la base NATO di Comiso per installare le nostre serrature di sicurezza modello SIA nelle porte blindate. La Sicurezza in ambienti particolari come questo, oggi come allora, non è materia per principianti e già all’epoca CEMIT era leader nel settore con gli stessi prodotti che ancora oggi vengono scelti e installati per le loro caratteristiche di sicurezza, affidabilità e qualità.

Nonostante l’abbandono e lo stato di degrado della struttura, siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di un polo importante e altamente strategico per l’epoca.

Ringraziamo il team di videomaker Urbex – Sicilia Abbandonata che ha realizzato il documentario visibile per intero sui loro canali social.

Spesa più sicura

Da domani la vostra spesa sarà ancora più sicura: il contapersone HC20 vi segnalerà quando potrete entrare in negozio, evitando così sovraffollamenti, mentre la telecamera TAB7 vi misurerà la febbre e vi aprirà il tornello. Ricordatevi di indossare prima la mascherina 😉 altrimenti il sistema ve lo segnalerà negandovi l’accesso.